Dolce Pasticceria - La fecola di patate

La fecola di patate

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La fecola di patate è una farina di colore bianco, insapore ed inodore. E' composta dall'amido delle patate in quanto è ricavate dall'essiccamento e dalla macinazione della patata stessa.

Caratteristica principale della fecola di patate

Caratteristica principale della fecola di patate è la sua leggerezza e per questo viene utilizzata come addensante per creme, nelle preparazioni di torte e dolci da forno per renderli più soffici e nella pasticceria in generale.

Viene anche utilizzata per la cucina salata per preparare sformati, salse, focacce e molto altro. Per preservare queste caratteristiche deve essere conservata in un luogo asciutto e se possibile lontano da alimenti con forti odori.

Altri tipi di farina

  • Farina di segale: ha un gusto particolare ed è usata per preparare biscotti speciali . Contiene il 10% di glutine. Ha un elevato contenuto di fibra e per questo svolge un ruolo importante per la salute intestinale, infatti regola l'appetito creando un senso di sazietà ed molto importante anche perché modula lo zucchero nel sangue. La segale è un cereale ricco di acido folico molto importante per la rigenerazione del sangue nel mantenimento dell'elasticità delle arterie. La farina di segale oltre a regolarizzare la flora batterica grazie alla sua grande quantità di fibre e a migliorare la circolazione del sangue, ha un basso indice glicemico, pari a 45, al contrario della farina di grano che ne ha 85, e per questo è indicata nella dieta dei diabetici.
  • Farina di riso: viene miscelata ad altre farine in quanto non contiene glutine. E' ottenuta dalla sbramatura e dalla macinazione del riso. Viene utilizzata nella preparazione di torte o biscotti e come addensante per creme, budini e cioccolate.
  • Farina di mais: usata per preparare biscotti. Da questa si ottiene la "maizeina". E' ottenuta dalla lavorazione del granturco è una farina particolarmente usata dalle persone celiache che essendo intolleranti al glutine non possono usare le farine normali.
  • Farina di soia: usata miscelata ad altre farine per produrre pane e biscotti. Non contiene grassi saturi e libera le arterie dal colesterolo. Viene estratta dal seme della soia. Viene utilizzata, come normali farine, per la preparazione di dolci, pasta, pane e biscotti. A differenza delle farine da cereali non contiene glutine e per questo può essere utilizzata dai celiaci. Nell'utilizzare questo tipo di farina bisogna tener conto che durante la cottura tende ad imbrunire maggiormente rispetto a una farina normale e per questo vi consigliamo di abbassare la temperatura di cottura.

Ti potrebbero interessare

Questo sito non utilizza cookie proprietari ma di terzi (Gooogle, Facebook). Cliccando su OK acconsenti all’uso dei cookie.