Crema Chantilly all'italiana

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Prima di parlarvi della crema chantilly all'italiana vi spiegheremo come si preparava una crema chantilly classica. Fu il francese François Vatel nel 1671 a ideare la ricetta della crema chantilly. Originariamente questa crema veniva preparata con il solo utilizzo della panna montata fresca, l’aggiunta di zucchero a velo e di vaniglia. La panna montata veniva montata a mano, sul ghiaccio, in una ciotola di rame. Una volta montata si aggiungevano 100 gr di zucchero a velo per ogni litro di panna utilizzata ed infine veniva aromatizzata con la bacca di vaniglia.

Immagine rappresentativa della crema chantilly all'italiana

Ingredienti per fare la crema chantilly

  • 500 gr panna montata fresca 35% grassi
  • 1 bustina di vanillina
  • 50 gr zucchero a velo

Prendete la panna, inseritela in una terrina e iniziate a montarla con l’aiuto delle fruste elettriche. A questo punto aggiungete lo zucchero a velo e la vaniglina e sempre continuando a sbattere amalgamate il tutto. Se non volete utilizzare la vanillina potreste usare la bacca di vaniglia anche se il procedimento risulterebbe più lungo in quanto dovreste lasciarla in infusione per una notte nella panna liquida. Altra raccomandazione che ci teniamo a farvi è quella di utilizzare solamente panna freschissima e di prima qualità.

Come si prepara la crema Chantilly all'italiana

La crema chantilly all’italiana si ottiene unendo la panna montata alla crema pasticcera. A seconda della quantità unita delle due creme si determina la consistenza della chantilly. Potete decidere se avere un gusto più equilibrato e soffice mescolando in parti uguali le due creme altrimenti potete far prevalere una delle due creme in base ai vostri gusti personali.

Ingredienti:

  • 50 gr farina
  • 500 ml di latte
  • 125 gr zucchero semolato
  • 6 tuorli
  • 1 baccello di vaniglia
  • zucchero a velo q.b.
  • 250 ml di panna fresca

Per prima cosa mettete il latte in un pentolino sul fuoco e portatelo al limite dell’ebollizione. Con un coltellino incidete il baccello di vaniglia e mettete il suo interno nel latte in modo che prenda il sapore di vaniglia. In un'altra ciotola lavorate i tuorli, con lo zucchero semolato e la farina setacciata. Mescolate fino ad ottenere un crema gonfia e spumosa.

Versate a filo il latte, che nel frattempo avete lasciato intiepidire, filtrandolo con un colino a maglie fitte in modo da trattenere la vaniglia. Amalgamate il tutto e trasferite sul fuoco. Cuocete il tutto a fiamma bassa per una decina di minuti. Ricordate di mescolare continuamente finchè il composto non velerà il cucchiaio.

Lasciate che la crema pasticcera di raffreddi e iniziate a preparare la panna montata. Aggiungete lo zucchero a velo setacciato. Riponetela in frigo fino a che la crema pasticcera non si sia raffreddata per bene. A questo punto aiutandovi con una spatola in silicone incorporate gradualmente la panna montata alla crema pasticcera con un movimento delicato dal basso verso l’alto sempre perché la panna montata non deve smontarsi ma rimanere bella gonfia. Distribuite la crema in coppette e decorate a vostro piacimento. Per guarnire potete usare della frutta fresca o secca oppure dei pezzetti di meringa o delle gocce di cioccolato.

Come viene utilizzata la crema chantilly

La crema chantilly, molto amata per la sua leggerezza, per la sua semplicità ma soprattutto per il suo gusto delizioso è sicuramente una delle creme da farcitura più utilizzata e più richiesta in pasticceria. E’ certamente la crema che si sposa meglio con le preparazioni a base di pan di Spagna. Basti pensare alla torta mimosa, un mix strepitoso di sapori.

Contenuti corrispondenti